Cos’è Uniswap e come funziona?

Uniswap è solo una delle tante nuove piattaforme di market maker automatizzate che offrono pool di liquidità e scambio di token attraverso un’interfaccia di scambio decentralizzata. Queste nuove piattaforme innovative stanno invadendo gli scambi centralizzati che sono stati a lungo l’opzione principale nel mercato delle criptovalute.

Uniswap è diventato incredibilmente popolare in un brevissimo lasso di tempo e recentemente ha introdotto il token UNI per i primi utenti del protocollo di scambio. Gran parte della popolarità alla base della piattaforma è dovuta al fatto che è facile per gli sviluppatori lanciare nuovi token e progetti per attirare i primi investitori per l’approvvigionamento di liquidità. A differenza delle ICO, i nuovi token nati in questo modo sono più sostenibili e offrono ulteriori promesse. Inoltre, non esiste un processo di quotazione, nessuna commissione di quotazione ed è disponibile per tutti coloro che contribuiscono con liquidità alla piattaforma.

Ecco perché Uniswap e piattaforme simili sono esplose in popolarità insieme al resto delle applicazioni di finanza decentralizzata in forte espansione che determinano un ROI sostanziale nello spazio delle criptovalute.

Cos’è Uniswap? Tutto sul protocollo Market Maker automatizzato

Uniswap è un protocollo di scambio software open source basato su contratti intelligenti ERC-20 basati su Ethereum, come molte altre applicazioni finanziarie decentralizzate. L’aumento di interesse che circonda Uniswap e lo spazio DeFi ha spinto Uniswap come l’app DeFi più dominante in termini di Ethereum totale bloccato. Gli utenti scambiano ETH e altri token da un portafoglio basato su Ethereum collegato alla piattaforma Uniswap. Poiché Uniswap è un software open source come Bitcoin e molti altri progetti crittografici, gli utenti possono visualizzare il codice su GitHub.

Uniswap offre un’interfaccia visiva facile da usare per uno scambio decentralizzato progettato per scambiare i token ERC-20 sul protocollo Ethereum. L’algoritmo della piattaforma è progettato per abbinare automaticamente acquirenti e venditori attraverso lo scambio, uniformando la profondità del libro degli ordini e rendendo più semplice il processo di scambio.

Sebbene Uniswap sia stato creato nel 2018 da Hayden Adams, solo di recente ha guadagnato popolarità durante l’improvviso scoppio di entusiasmo e interesse intorno alle applicazioni e ai token DeFi. Gli investitori stavano facendo una fortuna scambiando automaticamente i token su Uniswap, SushiSwap e altri protocolli di scambio, portando infine al lancio del token UNI per dare agli utenti determinati diritti di governance sul protocollo insieme alla possibilità di produrre farm per più UNI.

Il lancio del token UNI, che in sostanza offre agli utenti 400 token gratuiti del valore compreso tra $ 2 e $ 7 durante i primi giorni di lancio, ha causato un’altra enorme ondata di buzz e interesse che circonda la piattaforma.

Come funziona Uniswap e come connettere Ethereum Wallet

Uniswap funziona collegando un portafoglio basato su Ethereum all’applicazione finanziaria decentralizzata e al protocollo di pooling di liquidità. Una volta connesso un portafoglio Ethereum, tramite Metamask, Coinbase Wallet o qualsiasi altro portafoglio compatibile per token ERC-20, gli utenti possono scambiare direttamente i token da uno all’altro. Qualunque sia il prezzo dell’asset al momento dello swap, determina il prezzo. I trader cambiano token avanti e indietro, sperando di estrarre un profitto dalle fluttuazioni dei prezzi nel mezzo, mentre gli investitori cercano l’accesso ai primi token e li tengono nella speranza che aumentino enormemente di valore.

Diversi token DeFi sono esplosi di valore nell’ultimo anno, contribuendo a far prendere fuoco alla tendenza della finanza decentralizzata. Yearn.Finance, ad esempio, ora è più prezioso dello stesso Bitcoin.

Comprendere la differenza tra Uniswap V1 e V2

Uniswap è stato lanciato come versione “prova di concetto” V1 e successivamente è stato aggiornato a V2 per una maggiore sicurezza e una serie di altri vantaggi. Tuttavia, alcuni utenti si affidano ancora alla V1 e la V2 è ancora considerata una beta. Si dice che alla fine arriverà un V3. Ecco le principali differenze tra le due versioni attualmente disponibili di Uniswap.

  • V2 è scritto in codice Solidity anziché Vyper ed è compatibile con ERC777 e altri token ERC20 non standard, a differenza di V1. V1 consente inoltre agli utenti di scambiare solo tra ETH e un singolo token ERC-20, mentre V2 si basa su Wrapped ETH (WETH) per abilitare i pool di qualsiasi token ERC20 direttamente con un altro.
  • V2 consente agli utenti di eseguire lo scambio flash per prelevare i token senza costi iniziali. Si basa anche sugli oracoli dei prezzi ed è molto più affidabile e resistente alle manipolazioni rispetto alla V1. V2 ha anche introdotto il framework per l’autogoverno attraverso il token UNI.

Come vengono prodotti i token Uniswap (UNI)?

I token Uniswap sono stati prodotti come token ERC-20 e distribuiti alla comunità tramite un programma airdrop molto popolare. I primi utenti hanno ricevuto 400 token ciascuno, mentre il resto della distribuzione si suddivide come segue:

  • 15% tramite airdrop della community e giveaway per i primi utenti
  • 2% all’estrazione di liquidità
  • 43% alla tesoreria di governance di Uniswap
  • 21,51% ai membri fondatori del team Uniswap e riserve per futuri dipendenti
  • 17,80% ai primi investitori VC e altri stakeholder che hanno finanziato Uniswap
  • 0,69% ai consiglieri del consiglio di Uniswap
  • La fornitura totale di Uniswap è di 1 miliardo di UNI

Gli utenti che hanno utilizzato la piattaforma in anticipo possono richiedere 400 UNI gratuiti collegando il portafoglio originale con cui hanno interagito con la piattaforma e i 400 UNI saranno in attesa di essere rivendicati. Assicurati solo di conservare un po’ di Ethereum nel portafoglio che stai utilizzando per pagare eventuali tasse di gas ETH associate allo spostamento dell’UNI. Puoi anche scambiare l’UNI immediatamente sulla piattaforma con un altro token.

Come funzionano i pool Uniswap??

I market maker automatizzati come Uniswap sono contratti intelligenti che trattengono liquidità in pool. I fornitori di liquidità lanciano i mercati depositando un valore corrispondente di due token, in genere token ERC20, stablecoin o ETH. Ai fornitori di liquidità vengono assegnati token di liquidità che rappresentano la loro quota nel pool. Questi token possono essere successivamente scambiati con la quota che rappresentano del pool.

Se il pool è progettato per ETH/UNI e UNI viene scambiato con un altro token, l’UNI nel pool viene ridotto, causando l’aumento del prezzo di UNI per automatizzare i prezzi. Maggiore è il pool di liquidità, maggiori sono gli ordini che può gestire senza far salire i prezzi. Tuttavia, è vero il contrario per i pool più piccoli, che possono causare costosi ordini di dimensioni maggiori.

Come si aggiunge liquidità a Uniswap??

Aggiungere liquidità è molto semplice e ci sono diversi modi per farlo.

  • Uniswap è una piattaforma di contratto intelligente ERC-20 costruita su Ethereum, quindi il percorso più semplice per aggiungere liquidità è ottenere Ethereum e aggiungerlo a un portafoglio Ethereum.
  • Il wallet Ethereum deve essere compatibile con la piattaforma Uniswap, come Metamask o Coinbase Wallet.
  • Questi portafogli consentono connessioni con applicazioni decentralizzate come piattaforme DeFi come Uniswap.
  • I token possono essere scambiati direttamente dal portafoglio stesso, il tutto mantenendo la proprietà delle chiavi private e dei token.
  • Qualsiasi ETH o altro token ERC20 o asset crittografici stablecoin può essere aggiunto ai pool di liquidità o scambiato con altri token.

Come si rimuove la liquidità da Uniswap??

Rimuovere la liquidità è altrettanto facile e coinvolge gli stessi metodi e portafogli coinvolti con l’aggiunta di liquidità in primo luogo. La chiave è rimuovere la liquidità mentre il prezzo è superiore al valore della liquidità del token inizialmente fornita.

  • Una volta selezionato il token che si desidera rimuovere per la liquidità, spostare quel token, scambiare un altro token con esso, quindi è immediatamente disponibile all’interno del portafoglio basato su Ethereum.
  • Da lì, il token, Ethereum o qualunque cosa tu abbia cambiato può essere inviato altrove o su un altro portafoglio.
  • Può anche essere riposto nel portafoglio per tenerlo al sicuro. Dal momento che possiedi il portafoglio relativo all’accesso a Uniswap, non c’è timore che alcuno scambio venga violato.
  • Tuttavia, esiste un rischio associato a Uniswap.

Fornire liquidità su Uniswap: come trarre profitto?

Ora sappiamo che aggiungi liquidità collegando un portafoglio Ethereum e unendo la liquidità nei vari pool di liquidità disponibili. I token aggiunti aumentano la liquidità nel pool, facendo abbassare il prezzo per token. I token rimossi riducono la liquidità e fanno aumentare i prezzi. La chiave per trarre profitto è stare dalla parte giusta dei tempi relativi all’aggiunta e alla rimozione di liquidità. Dal momento che non stai comprando per comprare a un prezzo alto o vendendo per vendere a un prezzo basso, stai solo cercando di scambiare ai migliori prezzi possibili con i più grandi divari positivi nel mezzo.

Rischi Uniswap

Ma poiché Uniswap e altri protocolli automatizzati di market maker non si comportano come altri scambi centralizzati tradizionali, come trarre profitto e quali sono i rischi non sono così semplici. Scambiare nel momento sbagliato può cancellare i guadagni, specialmente se il mercato va a rotoli. Ad esempio, coltivare UNI mettendo in comune i token ETH potrebbe causare una profonda fluttuazione dei prezzi se il mercato delle criptovalute dovesse crollare. I token più grandi come Ethereum reggono meglio dei token ERC-20 più piccoli. Un crash in questi altri token potrebbe comportare la ricezione di una somma inferiore di Ethereum quando è il momento di scambiare, e anche l’Ethereum stesso avrà perso valore, amplificando le perdite.

Domande frequenti su Uniswap: domande frequenti su Uniswap e sui token UNI

Poiché Uniswap è diventato popolare solo di recente come lo è oggi, ci sono un sacco di domande in giro relative al fornitore di pool di liquidità automatizzato, al suo nuovo token ERC-20 basato su Ethereum e al potenziale di profitto che offre.

Uniswap è un portafoglio??

No, tuttavia, ti consente di interagire con il suo protocollo utilizzando un’app wallet basata su Ethereum o servizi come MetaMask, Coinbase Wallet e innumerevoli altri. Utilizzando uno di questi portafogli, gli utenti possono interagire con il contratto intelligente Uniswap e scambiare token ERC20, stablecoin, UNI, ETH e persino Bitcoin avvolto da Ethereum (WBTC) sulla piattaforma.

Cos’è Uniswap in Crypto?

Uniswap è una piattaforma in cui vengono lanciati e scambiati nuovi token finanziari decentralizzati da una nuova generazione di fornitori di pool di liquidità. Questi sono essenzialmente trader e investitori, che usano una nuova terminologia e tecnologia degne di nota per costruire il futuro della DeFi. Uniswap in crypto è anche il token UNI stesso, che prende il nome dal protocollo Uniswap su cui viene utilizzato per la governance.

Che cos’è un DEX?

DEX è l’abbreviazione di scambio decentralizzato. Le criptovalute come Bitcoin sono state progettate per fornire agli utenti la proprietà e il controllo sulla risorsa, ma questo rende anche gli utenti principalmente responsabili della custodia o costringe gli utenti a inviare risorse crittografiche a scambi che detengono le chiavi private per te. Gli scambi decentralizzati, tuttavia, sono costruiti come contratti intelligenti e funzionano interagendo direttamente con i portafogli Ethereum. Lo scambio si avvia come Dapp all’interno di un browser Dapp nell’app del portafoglio o tramite il Web collegando Meta Mask e consentendo agli utenti di scambiare risorse nello stesso modo possibile in uno scambio tradizionale.

Uniswap ha un token??

Sì, a partire da settembre 2020, Uniswap ha lanciato il suo token UNI nel mondo delle criptovalute e ha riacceso l’interesse per lo spazio DeFi. 400 token UNI potrebbero essere richiesti agli utenti che hanno interagito con la piattaforma prima del 1 settembre 2020.

Come si usa Uniswap??

Chiunque può utilizzare Uniswap acquistando Ethereum, caricandolo in un portafoglio di token ERC20 basato su Ethereum e avviando l’applicazione o il sito Web. Una volta che il portafoglio è connesso all’interfaccia Uniswap, le istruzioni sono abbastanza chiare e in pochi clic puoi scambiare un token con un altro.

Come fa Uniswap a guadagnare??

Una volta effettuato uno scambio, proprio come scambiare qualsiasi attività, puoi quindi scambiare il token con un altro token o l’investimento originale, sperando di ottenere un profitto dalla fluttuazione del prezzo che si verifica a causa della liquidità complessiva in ciascun pool che cambia drasticamente per qualunque durata. Tuttavia, esiste anche il rischio di perdite sostanziali utilizzando tale strategia, poiché i prezzi non sono sempre trasparenti, la liquidità può variare rapidamente a seconda delle dimensioni dell’ordine e le transazioni possono fallire, spendendo ETH senza alcun motivo.

Fonte