I principali ostacoli all’adozione delle criptovalute

È passato un decennio da quando Satoshi Nakamoto ha pubblicato il white paper di Bitcoin e ha presentato le criptovalute al mondo. Ora la capitalizzazione delle criptovalute ha raggiunto oltre 200 miliardi di dollari. Ma sono davvero arrivati? Non ancora, l’obiettivo originale di Satoshi Nakamoto non è stato ancora realizzato, perché la criptovaluta è ancora utilizzata in pochi posti nella vita reale. Per realizzare il sogno, la criptovaluta deve superare diverse sfide sul suo cammino.

Preparati per le montagne russe delle criptovalute

Ok, iniziamo con alcune cose semplici e ovvie. La volatilità è dove i trader di criptovalute fanno il loro pane quotidiano, è una parte importante del fascino delle criptovalute, tuttavia, è uno dei maggiori difetti della criptovaluta, impedendone un uso più diffuso. Vedendo quanto possano essere instabili le criptovalute, le persone scelgono di stare alla larga dal settore. Per ottenere un’adozione di massa, il denaro digitale deve dimostrare una stabilità almeno moderata per un periodo di tempo significativo.

Stablecoin come Tether o DAI utilizzano i vantaggi delle valute digitali in combinazione con la tecnologia blockchain e possono essere quella spinta importantissima necessaria per rendere le criptovalute più popolari. Possono funzionare come metodo di pagamento e fungere da valuta giornaliera affidabile rispetto a Bitcoin o Ethereum che funzionano più come una risorsa preziosa. Il loro prezzo è sempre agganciato a un valore reale: metalli preziosi o valute legali che sono significativamente meno volatili.

Monete e monete e monete

Diciamolo chiaro: ci sono troppe monete. Attualmente, ci sono circa 2000 valute digitali quotate su coinmarketcap e altre valute continuano ad apparire. Ogni moneta ha uno scopo diverso, che sia una moneta per il pagamento o uno strumento di scambio, o funziona solo all’interno del progetto.

Diventa una vera sfida anche per la persona media iniziare. Quale dovrei scegliere? In cosa differiscono l’uno dall’altro??

Inoltre, con il numero crescente di attori, non esistono standard per aiutare le diverse reti a interagire tra loro.

Secondo Deloitte, la mancanza di standardizzazione dà libertà agli sviluppatori blockchain, ma d’altra parte causa molti problemi ai reparti IT quando scoprono che le piattaforme non possono comunicare senza l’aiuto della traduzione.

“La standardizzazione potrebbe aiutare le aziende a collaborare allo sviluppo di applicazioni, convalidare prove di concetto e condividere soluzioni blockchain, oltre a facilitare l’integrazione con i sistemi esistenti,” lo studio Deloitte ha detto.

La privacy può essere un’arma a doppio taglio

La tecnologia blockchain è spesso percepita come una fonte di trasparenza e prevenzione delle frodi. Tuttavia, nel mondo reale, le persone cercano diversi livelli di privacy. Bitcoin ed Ethereum non riescono a offrire il pieno anonimato agli utenti, mentre varie monete private come Monero o ZCash sono progettate per risolvere questo problema.

Tuttavia, l’anonimato fornito da questa tecnologia può anche comportare problemi legali. Ad esempio, le monete private come Monero e Dash sono totalmente vietate in Giappone. La ragione di ciò era impedire che si verificassero attività illegali nel mercato delle criptovalute. Il regolatore ha preso questa decisione dopo l’hack dell’exchange CoinCheck, che ha portato al furto di monete NEM per un valore di circa 400 milioni di dollari. Le caratteristiche di privacy della criptovaluta hanno reso difficile per le autorità rintracciare gli hacker che hanno rubato le monete.

Qual è quell’indirizzo??

Se hai mostrato a tua nonna come inviare un messaggio di testo su Facebook, probabilmente capirai che dolore può essere spiegare azioni apparentemente semplici a una persona che è nuova a qualcosa. Lo stesso vale per le criptovalute. Anche se non ti dispiace inserire un indirizzo di 42 caratteri, altre persone lo fanno davvero. Le persone non capiscono tutti questi concetti e termini e non conoscono la differenza tra un portafoglio hardware e un portafoglio caldo.

Naturalmente, ci sono iniziative per educare le persone alla blockchain e alla tecnologia crittografica. Tra questi, Malta sta pianificando di lanciare programmi per insegnare al pubblico, in particolare a coloro che affronteranno quotidianamente la tecnologia blockchain, come i dipendenti statali. Ripple ha introdotto la University Blockchain Research Initiative per supportare la ricerca e lo sviluppo accademici con l’aiuto delle migliori università di tutto il mondo.

Queste iniziative sono fantastiche, tuttavia capire cos’è una chiave privata non rende più facile l’uso.

Nonostante i problemi sopra menzionati, il processo di adozione di massa è già iniziato: Overstock sta accettando Bitcoin come mezzo di pagamento, Malta si sta trasformando in un paradiso per i progetti blockchain. Il settore è in crescita e sta costringendo i regolatori a definire standard normativi equi in breve tempo, che dovrebbero a loro volta aprire nuove strade per le criptovalute.