Dall’America alla Russia, dal Canada al Giappone: come i governi stanno imponendo la regolamentazione sulle attività di criptovaluta

L’industria delle criptovalute ha visto un’ampia crescita negli ultimi tempi e l’ha resa cara a molti in tutto il mondo. La crescita del settore l’ha resa un’impresa importante per molti in tutto il mondo. Al contrario, molti fattori hanno militato contro la sua piena adozione e le incursioni nello spazio. In cima alla lista dei motivi c’è l’ambiente adatto per far prosperare un’attività di criptovaluta.

Un ambiente adatto è pertinente per il successo di qualsiasi startup in tutto il mondo, che non è esclusa dall’impresa di criptovaluta. Sebbene l’industria sia cresciuta nel tempo, è ancora nella fase iniziale, che si occupa del livello di accettabilità. Il tipo di spazio creato per far prosperare l’industria delle criptovalute da un paese determinerà il livello di adozione e il suo utilizzo, nonché il tasso di iniziative imprenditoriali legate alle criptovalute in tale paese.

Il successo di un’impresa in un paese è determinato da come un paese è accomodante con le normative appropriate per guidare la crescita e lo sviluppo del settore. Sebbene i cittadini di molti paesi siano interessati alla creazione di iniziative di criptovaluta, molti desideri sono stati spesso amputati da politiche e regolamenti ostili che hanno soffocato e soffocano ancora un ambiente favorevole alla crescita del settore.

Dalle principali potenze mondiali, che includono, tra gli altri, Stati Uniti, Cina, Russia, c’è ancora una massiccia indecisione su come adottare la criptovaluta e un ambiente amichevole per l’industria, tuttavia, c’è stato uno sforzo coerente verso l’adozione della criptovaluta poiché ogni paese mira ad annettere il dividendo che è implicato nel settore.

Legislazione sulle criptovalute negli Stati Uniti.

Negli ultimi tempi gli Stati Uniti d’America hanno compiuto sforzi per adottare una legislazione appropriata per la crescita delle attività di criptovaluta nel paese. Dallo scorso anno, il settore ha assistito a uno sforzo concertato da parte del legislatore degli Stati Uniti d’America per adottare regolamenti crittografici amichevoli per la crescita delle imprese nel paese. Tuttavia, c’è stato qualche progresso nel settore stimolato dall’afflusso di startup crittografiche in paesi più amichevoli come Malta a causa del suo ambiente favorevole alle tasse sulle criptovalute.

Tuttavia, il tema della regolamentazione favorevole alle criptovalute negli Stati Uniti ha una dicotomia, perché il governo federale sta compiendo sforzi mentre anche i governi statali non sono lasciati indietro per diventare un hub di criptovaluta. Anche se al momento non è ancora corretto dire che gli Stati Uniti sono cripto-friendly, sono in corso sforzi per rendere il paese un paradiso cripto-friendly.

Tuttavia, di recente, la Financial Action Task Force di cui gli Stati Uniti detiene attualmente la presidenza ha annunciato che è tutto pronto per finalizzare i nuovi standard per regolamentare le società di criptovaluta il prossimo mese e sembra che i regolatori spingeranno per il maggior opzioni draconiane sul tavolo. Questi standard molto probabilmente renderanno gli scambi di criptovaluta, i fornitori di portafogli e altre società collegate soggetti a qualcosa chiamato “Viaggio“regola che è stata a lungo seguita dalle banche corrispondenti in tutto il mondo. Per questo motivo, oltre a verificare e conservare i registri delle identità dei propri utenti, gli scambi e i servizi di portafoglio dovrebbero scambiarsi informazioni sui clienti durante il trasferimento di fondi proprio come le banche sono attualmente tenute a fare.

La posizione della Russia sulle criptovalute

In modo simile agli Stati Uniti d’America, la Russia deve ancora rendere nota la sua posizione sulla regolamentazione delle criptovalute, ma al contrario, si può dire che il paese non è amico delle criptovalute.

Un anno fa, la Russia ha compiuto sforzi per l’attuazione della legislazione per guidare l’industria delle criptovalute. Il processo è stato interrotto. Inoltre, il presidente della Russia ha ordinato al parlamento di mettere in vigore la legislazione sulle criptovalute a partire da luglio di quest’anno. Sono in corso i passi per l’adempimento di questo.

La Russia potrebbe sembrare favorevole alle criptovalute, e anche la voce di un progetto di criptovaluta statale russo è stata rivelata di recente, il paese è repressivo della fioritura delle attività di crittografia. Tuttavia, il paese ha adottato le criptovalute per combattere una guerra per procura. La posizione della Russia sull’industria sarà resa nota quando la legislazione sarà promulgata nel luglio 2019.

Di recente, è stato annunciato dal governatore della Banca centrale russa che potrebbero prendere in considerazione una criptovaluta sostenuta dall’oro per il paese.

La ricerca del Giappone nel rendere le criptovalute quello che sono oggi

Il Giappone è uno dei paesi più favorevoli alle criptovalute al mondo con il suo ruolo pionieristico nell’adozione e nella legislazione favorevole alle criptovalute. Tuttavia, la storia di hack e truffe che hanno scosso lo spazio delle criptovalute nel paese ha portato il paese a mettere in atto rigide normative per le attività di criptovaluta nel paese. Questo è stato impiegato per ripristinare la fiducia delle masse nell’industria.

Di recente, il Giappone aveva annunciato che presto stabilirà nuove regole per i portafogli freddi degli scambi di criptovalute.

Il futuro di Cryptos in Canada è ancora poco chiaro

Il Canada è ugualmente simile alla maggior parte dei paesi con una posizione indefinita sulla criptovaluta. Ci sono stati casi di account vietati a causa di attività legate alle criptovalute. È ancora discutibile se le criptovalute siano considerate valute o sicurezza. La creazione di una startup di criptovalute non è ancora così adatta rispetto ad alcuni paesi come Malta che hanno una legislazione amichevole in atto.

Una legislazione cripto amichevole è essenziale per la crescita del settore delle criptovalute. Questo è ancora raro nel tempo contemporaneo poiché la maggior parte dei paesi è ancora indecisa; tuttavia, con il tempo, più paesi nasceranno con regolamenti amichevoli sulle criptovalute.