Quanto è sicuro un investimento in Bitcoin? In che modo gli hack di criptovaluta, i prezzi volatili e i regolamenti governativi influenzano gli investitori.

Investire in bitcoin e altre criptovalute comporta un ulteriore livello di rischi rispetto agli investimenti regolari. A causa della natura e dello stato delle criptovalute, un investitore dovrà considerare i rischi di attacchi informatici, fluttuazioni imprevedibili dei prezzi e normative governative incerte.

Trucchi

Per gli investitori e, naturalmente, gli operatori di criptovaluta, gli attacchi informatici sono il più grande incubo, un chiaro promemoria di quanto possano essere scivolose le valute virtuali. In prospettiva, le violazioni della sicurezza che portano alla perdita di investitori possono avere effetti devastanti come la chiusura totale di un’attività di criptovaluta. L’anno scorso (2017), l’exchange di criptovalute sudcoreano Youbit è andato in bancarotta a seguito di un furto informatico che è costato il 17% delle risorse dell’exchange.

Volatilità

Aggiungi le fluttuazioni dei prezzi volatili ora associate alle criptovalute ed è facile capire perché i potenziali investitori applicano un po’ di moderazione nel saltare nel mercato. Il prezzo di Bitcoin è sceso da un picco di quasi $ 20.000 a dicembre a meno della metà del suo prezzo entro la fine del primo trimestre 2019. È sceso ulteriormente ad aprile toccando un minimo inferiore a $ 7000 prima dell’ultima rinascita che lo ha visto salire sopra $ 9.000 e spostarsi verso 10.000 dollari. Il fatto che i guadagni (e le perdite) di prezzo siano avvenuti in brevi periodi di tempo è preoccupante per la maggior parte degli investitori regolari.

Come il bitcoin, la maggior parte delle altre criptovalute è soggetta a forti fluttuazioni di prezzo. Ethereum (ETH), che è la seconda criptovaluta più grande con una capitalizzazione di mercato di $ 74 miliardi, sperimenta corse irregolari regolari. Ether è passato dall’essere la criptovaluta più performante a marzo per diventare uno dei migliori guadagni ad aprile accumulando poiché attualmente scambia circa $ 800. Come bitcoin, ethereum ha perso un’enorme percentuale del suo valore da $ 1400 a gennaio a meno di 400 ad aprile.

Regolamento

Bitcoin è una sicurezza, una proprietà e una valuta a seconda dell’agenzia di regolamentazione che scegli di seguire. Questo è il livello di confusione che circonda la regolamentazione delle criptovalute; questo solo negli Stati Uniti.

La Security and Exchange Commission considera i bitcoin e altre criptovalute come titoli mentre l’Internal Revenue Service (IRS), responsabile della tassazione, li considera proprietà. Financial Crimes Enforcement Network in controtendenza trattando le criptovalute come valuta.

Hack di criptovaluta: un incubo sia per gli operatori che per gli investitori

Il caso di Youbit non è una tantum; esemplifica i rischi che gli investitori di criptovaluta affrontano quotidianamente per investire in valute digitali che sono obiettivi speciali per i criminali informatici. A causa della natura decentralizzata delle criptovalute, è facile trasferire bitcoin e altre criptovalute senza che venga tracciata l’identità del destinatario.

Il tasso di questi attacchi è aumentato con la crescita dei volumi di criptovaluta. Con più offerte iniziali di monete e più monete arrivano i criminali informatici che portano a più attacchi alle piattaforme di trading di criptovaluta e ai dispositivi di archiviazione.

Attacchi agli scambi di criptovalute

Gli scambi di criptovalute sono obiettivi particolarmente privilegiati per i furti a causa dell’enorme volume di criptovalute che conservano in ogni momento e perché sembrano essere il punto vulnerabile “centralizzato” in una configurazione blockchain “decentrata” che non può essere compromessa.

La tecnologia blockchain, che è alla base delle criptovalute, è immutabile e come tale non può essere compromessa; non ho conosciuto alcun caso di spiaggia nel libro mastro distribuito. I punti di rischio sono gli scambi dove queste monete vengono portate in altre per essere trasferite ad altre monete o fiat. A questo punto, le monete vengono conservate sulla piattaforma e quindi soggette a qualsiasi attacco che faccia breccia nella piattaforma.

Perché gli investitori dovrebbero diffidare degli scambi di criptovalute

Gli scambi di criptovaluta sono soggetti a minacce alla sicurezza che tutti gli altri siti Web devono affrontare. La differenza è che sono i bersagli principali per questi attacchi. Attraverso ransomware, e-mail di phishing e altri trucchi degli hacker, cercano l’accesso a questi siti Web per rubare criptovalute: nessuno scambio, grande o piccolo, è esente da questi assalti. Questo è il motivo per cui l’investitore deve infilare (e negoziare) con cautela.

In secondo luogo, poiché le criptovalute non sono supportate da alcun bene fisico, diventa difficile, persino impossibile a volte recuperare i fondi rubati. A differenza delle informazioni sulla carta di credito che sono protette da un’assicurazione, le criptovalute non sono facilmente assicurabili e gli investitori che sono stati hackerati non hanno alcun ricorso legale o penale.

Nella maggior parte dei casi, gli investitori non ottengono un rimborso delle loro monete una volta rubate in questi attacchi. Come detto in precedenza, Youbit ha dichiarato bancarotta dopo essere stato violato in due occasioni. Mt Gox prima che fosse anche costretto a fallire dopo un famigerato hack che ha rubato una valuta virtuale per un valore record di $ 450 milioni. L’attacco a Mt Gox, che all’epoca gestiva l’80% di tutti gli scambi di bitcoin, ha gettato l’intera comunità di criptovalute nel 2014 quando è successo. Il dolore più grande che presumi è stato sopportato dagli investitori che hanno perso i loro fondi.

Coincheck, che purtroppo ora detiene il record del più grande furto di criptovalute della storia, ha deciso di risarcire i clienti colpiti dall’attacco del 26 gennaio. Lo scambio indiano, Coinsecure, ha anche promesso di rimborsare le vittime, sebbene ciò sia in ritardo. Gli investitori, tuttavia, sarebbero ingenui a pensare di poter ottenere rimborsi in caso di furto di criptovalute poiché questo non è comune.

L’importanza degli scambi di criptovaluta sicuri

A parte l’hack di Youbit, molti altri grandi exchange di criptovalute hanno subito attacchi informatici; Mt Gox, Mintpal, Crypsy, Bitfinex, Shapeshift, Coincheck, Coinsecure, lo chiami. Mentre alcuni di questi attacchi erano sopportabili, altri hanno avuto effetti devastanti non solo per gli operatori di scambio, ma per gli investitori che perdono le loro monete in quegli incidenti.

Gli scambi, per il loro bene e per il bene dei loro clienti (gli investitori), devono quindi difendere i loro sistemi da questi instancabili criminali informatici che cercano di sfruttare qualsiasi scappatoia nei loro siti Web o applicazioni. Per attirare gli investitori, queste piattaforme devono dimostrare di essere luoghi sicuri per scambiare criptovalute prendendo le dovute precauzioni e rimanendo un passo avanti agli hacker.

Mantieni sicuro il tuo investimento in criptovaluta

Le persone che detengono bitcoin o altre criptovalute hanno la prima responsabilità di mantenere i propri investimenti al sicuro. Un modo per limitare il rischio di furto di bitcoin è tenerli in celle frigorifere a meno che non si voglia fare uno scambio. Detenere monete in scambi crittografici “centralizzati” li renderà vulnerabili a qualsiasi attacco allo scambio. È buona norma conservare solo le monete da scambiare online (negli scambi) e avere il resto offline (nelle celle frigorifere).

Anche nella scelta degli scambi, gli investitori sono meglio serviti scambiando le loro monete in scambi che utilizzano celle frigorifere. Ciò è particolarmente importante per i trader che detengono una notevole quantità di criptovalute per le operazioni quotidiane. Ecco una guida su come conservare in sicurezza i tuoi bitcoin.