Costruire un mercato di app e dApp più equo attraverso il decentramento

La creazione di app è un settore enorme. Nel 2017, le entrate delle app sono cresciute del 35% fino a raggiungere i 60 miliardi di dollari e c’erano 178,1 miliardi di download di app In tutto il mondo. È un mercato in crescita e pieno di potenziale.

Le dApp, o app decentralizzate, mostrano un potenziale simile, sebbene siano più recenti. Ci sono più di mille criptovalute e ICO ora e quel numero sta crescendo rapidamente, con più nuove ICO nei primi quattro mesi del 2018 rispetto all’intero anno precedente.

Ma entrambi i settori potrebbero essere migliori e sono frenati da una serie di problemi. Sebbene gli utenti amino chiaramente app e software simili, ci sono diverse cose che impediscono loro di acquistare tutte le app che desiderano.

L’utente medio ha 60-90 app installate, ma ne usano solo 30 in un mese e solo 9 in una giornata tipo. Sembra che alle persone piaccia scaricare app, ma tendano a usarne regolarmente solo una parte.

Se le app richiedessero un semplice pagamento una tantum, non sarebbe un grosso problema per gli sviluppatori. Ma il modello di abbonamento sta diventando mainstream e ciò significa che se la tua app non viene utilizzata regolarmente, sei nei guai.

Inoltre, i bravi sviluppatori possono perdere se il loro software e le loro funzionalità sono incorporati in un’app impopolare.

Quindi, come incoraggiamo gli utenti delle app a utilizzare più app e premiare gli sviluppatori in modo più equo per il loro buon lavoro??

Innanzitutto, scopriamo perché le persone non utilizzano tutte le app che potrebbero.

Perché le persone trascurano molte delle loro app

Nel sistema attuale, le app basate su cloud e le app decentralizzate sono in silos e isolate l’una dall’altra. Non c’è un punto centrale, nessun hub in cui gli utenti possono attingere al meglio del loro software preferito e accedervi facilmente.

Ciò significa che è difficile gestire un grande arsenale di app contemporaneamente: richiede molto tempo e fatica. Quando si aggiungono gli abbonamenti, le cose si complicano ulteriormente. Gli utenti non vogliono dover gestire dozzine di abbonamenti, è confuso e costoso.

Quando si tratta di app decentralizzate, il problema si intensifica. Se utilizzano regolarmente diverse dApp, gli utenti dovranno gestire un portafoglio di token crittografici diversi. È complicato per qualcuno che è a suo agio con lo spazio crittografico e decisamente travolgente per qualcuno che non lo è.

Questi fattori si sommano al punto in cui non vale la pena che gli utenti coltivino un ampio gruppo di app regolari. Di conseguenza, gli sviluppatori perdono e gli utenti sono costretti a cavarsela con meno varietà nelle loro vite digitali.

Per risolvere questo problema, abbiamo chiaramente bisogno di colmare il divario tra i diversi tipi di app e dApp. Dobbiamo rendere più facile per gli utenti gestire una grande flotta di software e anche garantire che gli sviluppatori siano equamente compensati per il loro lavoro.

mazzo di carte stanno costruendo un modello che mira a raggiungere esattamente questo.

Unire app e dApp

La piattaforma di Cardstack funziona come un hub in cui gli utenti possono combinare e abbinare, provare diverse funzionalità dell’app e acquisire nuovi software e dApp decentralizzati, tutto in un unico posto.

Offre facilità e convenienza al settore e incoraggia gli utenti a provare una gamma di prodotti diversi. Possono anche combinare e abbinare i migliori elementi delle singole app senza scaricare tutto.

Funziona in base al token CARD, che è la chiave per fare qualsiasi cosa all’interno della piattaforma. Funziona come una valuta multiuso, o credito, che viene scambiato con qualsiasi app o singola funzione dell’app all’interno del sistema. Per CARD, l’attenzione è rivolta all’uso pratico piuttosto che alla speculazione o al trading su scambi di criptovalute.

Quando gli utenti pagano per app e dApp che preferiscono nella piattaforma, la CARD che spendono viene quindi distribuita agli sviluppatori di software in base a quanto è popolare il loro lavoro, assicurando che vengano ricompensati equamente per le cose che creano.

Questo modello mira a rendere più semplice per gli utenti la gestione simultanea di un’ampia raccolta di app e dApp con il minimo stress. Ciò avvantaggia gli sviluppatori perché gli utenti saranno incoraggiati ad adottare nuovo software e a mantenerlo, liberi dagli oneri che attualmente devono affrontare. Gli sviluppatori verranno premiati anche per le funzionalità più diffuse, non solo per le app nel loro insieme.

Chris Tse parla Informazioni sui suoi piani per migliorare l’esperienza di Internet decentralizzato

https://www.youtube.com/watch?v=qGadXFeVayI

Cardstack sta anche cercando di implementare cose come gli airdrop di CARD, che consentiranno agli utenti di provare gratuitamente le dApp e altri software e incentivare la varietà.

È uno sviluppo interessante, poiché il settore delle dApp cresce e le app basate su cloud continuano ad evolversi. Rendere disponibile un’ampia gamma di prodotti digitali in un’unica posizione, dove è facile combinare e abbinare le singole funzionalità, potrebbe cambiare il volto di questo settore in forte espansione.