La lista dei milionari di Bitcoin: Rapper 50 Cents si unisce alla lista dei milionari delle criptovalute ma c’è un problema

Aggiornamento: 50 Cent ammette nel documento di bancarotta di non aver mai posseduto bitcoin

Per riferimento futuro: 50 Cent a quanto pare non nega i rapporti che lo fanno sembrare buono

50 Cent ha ammesso di non aver, in effetti, guadagnato $ 8 milioni in bitcoin accettando la criptovaluta come forma di pagamento per il suo album Animal Ambition nel 2014. In un documento del tribunale di venerdì ottenuto da The Blast, il rapper ammette di aver non ha mai posseduto bitcoin e ha solo seguito il rapporto iniziale di TMZ perché “finché una notizia stampa non danneggia irreparabilmente la mia immagine o il mio marchio, di solito non sento il bisogno di negare pubblicamente la segnalazione”.

Ha aggiunto: “Questo è particolarmente vero quando ritengo che il rapporto di stampa in questione sia favorevole alla mia immagine o al mio marchio”. Ha fatto sembrare 50 Cent inizialmente un ballerino quando, al culmine del valore di bitcoin, sembrava avere 8 milioni di dollari in criptovaluta. Ma, per dimostrare di essere in bancarotta, alla fine ha dovuto rivelare di non possedere alcun bitcoin. Non è chiaro se 50 Cent stia mentendo al tribunale fallimentare o prima sui social media. I suoi rappresentanti non hanno risposto immediatamente al commento.

50 Cent ha ammesso nei documenti di fallimento che recenti resoconti dei media hanno “falsamente affermato” di aver guadagnato $ 8 milioni in bitcoin (nessuno dei quali aveva rivelato al tribunale fallimentare). In realtà, dice, non ha mai posseduto bitcoin “dal 2014 ad oggi”. I 700 bitcoin che secondo quanto riferito ha guadagnato dalle vendite degli album sono stati convertiti in dollari USA da una terza parte prima che 50 Cent o le sue società affiliate potessero riceverli.

In precedenza, 50 Cent si vantava della sua improvvisa “ricchezza” di bitcoin su post su Instagram e Twitter, pubblicando “Non male per un ragazzo del South Side, sono così orgoglioso di me” e “Un po’ di bitcoin chiunque? LOL. Lo so che ti faccio star male ma scusami… vado al sacco”. Forse la sua risposta su Instagram ai suoi fan era un po’ più onesta, o almeno alludeva alla verità: “Lo tengo reale, ho dimenticato di aver fatto quella merda lol”.

Fonte: The Verge

VECCHIO ARTICOLO

Il rapper 50 cent si unisce alla lista dei milionari bitcoin. L’elenco dei milionari Bitcoin sta aumentando di giorno in giorno. Rapper 50 cents è l’ultima aggiunta alla lista. Il rapper ha iniziato ad accettare Bitcoin durante la vendita del suo album ambizione animale. Era il lontano 2014. Da allora, il valore di Bitcoin è aumentato enormemente. A quel punto, anche l’album ebbe un discreto successo.

Il sito di gossip delle celebrità TMZ aveva riferito di essere riuscito a raccogliere circa 700 Bitcoin dalla vendita del suo album. A quel tempo, l’importo valeva $ 0,4 milioni. Secondo le valutazioni attuali, vale circa $ 7 milioni- $ 9 milioni.

Lo stesso artista ha confermato la notizia pubblicata online affermando di essere orgoglioso del suo successo. Ha anche affermato che in realtà si era dimenticato delle vendite di Bitcoin che aveva ottenuto per il suo album.

Ha anche investito in altre iniziative che hanno avuto un discreto successo come Glaceau, dove è stato uno dei primi investitori. La società alla fine è stata acquisita da Coca-Cola per $ 4,1 miliardi. Inoltre, ha investimenti in molti settori diversi come integratori alimentari, immobili e una linea di abbigliamento.

Non è l’unico musicista che accetta Bitcoin. Negli ultimi 4-5 anni, sempre più musicisti hanno iniziato ad accettare Bitcoin. Alcuni di questi includono il gruppo rock Mastodon, Bjork ecc. La valutazione di Bitcoin è aumentata costantemente negli ultimi 12-18 mesi, il che ha portato a un guadagno inaspettato per la maggior parte dei musicisti e per un altro venditore che ha iniziato ad accettare Bitcoin da un lungo periodo di tempo.

Questa diffusa accettazione di Bitcoin ha solo aumentato la credibilità di Bitcoin. Poiché sempre più fornitori iniziano ad accettare Bitcoin, puoi essere certo che la credibilità dei Bitcoin aumenterebbe di più. Ciò porterebbe anche ad aumentare il valore dei Bitcoin. Attualmente, dopo aver toccato un picco di circa $ 20.000, Bitcoin viene scambiato intorno ai $ 4.000. Questa caduta è attribuita alla repressione della criptovaluta da parte di vari governi in tutto il mondo. Una volta che viene risolto, è probabile che Bitcoin riprenda di nuovo il suo viaggio verso l’alto. Questo è il motivo per cui molti investitori stanno ancora investendo in Bitcoin con la speranza che possa superare abbastanza presto i massimi precedenti e creare nuovi massimi.

Con il passare del tempo, ci sarebbero state sempre più storie di Bitcoin milionari quindi ho deciso di usarlo o investirci una volta e poi, in seguito, di dimenticarcene.

La lista dei milionari di Bitcoin

Ci sono molti noti critici di Bitcoin nel mondo bancario e degli affari. Recentemente, Jamie Dimon, amministratore delegato di JPMorgan Chase & Co., ha definito la criptovaluta una “frode” e ha detto che sarebbe esplosa. È persino arrivato al punto di dire che avrebbe licenziato chiunque avesse scambiato Bitcoin perché “sono stupidi”.

Ma non tutti sono così sprezzanti. Bitcoin ha avuto una corsa rialzista nel 2017, passando da $ 966 all’inizio dell’anno a un record di oltre $ 4.000 questo mese, e alcuni dei principali detentori della valuta stanno senza dubbio cercando di incassare il suo valore. I nomi potrebbero sorprenderti. Sebbene i Bitcoin consentano l’anonimato, utilizzando stringhe di lettere e numeri per identificare le fonti delle transazioni, alcune persone hanno rivelato pubblicamente di essere utenti entusiasti. Ecco le persone con le maggiori puntate conosciute in Bitcoin.

I gemelli Winklevoss

Probabilmente conosci Tyler e Cameron Winklevoss, che hanno cercato e fallito di ottenere il controllo di Facebook dopo aver affermato che gli era stato appropriato, grazie alla rappresentazione satirica di entrambi i fratelli di Armie Hammer in The Social Network. Ma i Winklevii hanno un secondo atto nel loro enorme investimento in Bitcoin. Sebbene siano stati esclusi dalla creazione di un fondo di scambio di Bitcoin (ETF), il loro investimento del 2013 in $ 11 milioni di Bitcoin (che secondo quanto riferito ammontava all’1% di tutta la valuta in circolazione) sembra piuttosto roseo ora. Lo stesso importo vale circa 21 volte tanto ora, portando il loro totale a circa $ 231 milioni.

Barry Silbert (esperto di criptovalute)

Silbert, un venture capitalist e fondatore di Digital Currency Group, è stato uno dei primi sostenitori di Bitcoin. Secondo quanto riferito, nel 2014 ha vinto 48.000 Bitcoin in un’asta tenuta dall’U.S. Marshals Service (il governo aveva sequestrato gran parte della valuta da Silk Road, un mercato online che si diceva fosse usato per droghe illegali). Bitcoin valeva $ 350, il che significa che il bottino di Silbert è aumentato di circa 16 volte, da circa 16,8 milioni a $ 268,8 milioni.

Tim Draper (capitalista di rischio miliardario)

Draper, un venture capitalist che vale miliardi grazie in parte al suo primo investimento in Skype, ha fatto notizia per il suo acquisto di 30.000 Bitcoin nel 2014 da quella stessa asta governativa. Quindi valeva circa $ 19 milioni, quella scorta sarebbe arrivata a $ 171 milioni ora. Draper si sente chiaramente ottimista riguardo al mercato delle valute digitali, poiché ha continuato a sostenere Tezos, una nuova criptovaluta.

Charlie Shrem (primo utilizzatore di Bitcoin)

Shrem è più famigerato che famoso. L’imprenditore è entrato nei primi giorni di Bitcoin ed era un membro della Fondazione Bitcoin, che avrebbe dovuto proteggere l’uso di Bitcoin, ma ha visto molti dei suoi leader sotto indagine penale. Lo stesso Shrem ha ricevuto una condanna a due anni di carcere per accuse relative al riciclaggio di denaro. Ma ora è tornato con una startup di cripto-investimenti, e anche se non ha rivelato esattamente quanto possiede in Bitcoin, secondo quanto riferito ha comprato qualche migliaio di dollari quando valevano poco, e ora varrebbero diversi milioni.

Tony Gallippi (dirigente criptovaluta)

Gallippi è il cofondatore e presidente di Bitpay, attualmente il principale processore di Bitcoin, e si dice che sia tra i maggiori detentori della valuta. Sebbene non abbia rivelato il valore esatto dei suoi investimenti in Bitcoin, le stime lo hanno stimato intorno a $ 20 milioni.

Satoshi Nakamoto (ideatore di Bitcoin)

Nakamoto è la figura oscura che si trova al centro di Bitcoin, che a sua volta confonde ancora così tanti. Dopo aver inventato Bitcoin con un white paper del 2008 che descriveva un software legato alla valuta digitale, Nakamoto si è ritirato dalla vita pubblica. Le persone non sono nemmeno sicure se questo è il suo vero nome. Mentre un uomo si è fatto avanti per dire di essere Nakamoto, gli investigatori online hanno contestato le prove. Le teorie abbondano su chi sia veramente Nakamoto, ma è chiaro che hanno un sacco di Bitcoin a loro disposizione. Uno sviluppatore di Bitcoin ha stimato nel 2013 che Nakamoto aveva circa 1 milione di Bitcoin. Con una valutazione di circa $ 6.133 al momento della stesura di questo documento, ciò varrebbe teoricamente un incredibile $ 6,1 miliardi. Un enorme avvertimento qui, però: se Nakamoto dovesse iniziare a vendere la loro intera offerta di Bitcoin, ridurrebbe rapidamente la domanda per la valuta, e quindi il valore della partecipazione.

Zio Sam

Forse la sorpresa più grande di tutte è che Bitcoin, una valuta basata su software che dovrebbe essere libera dalle tradizionali restrizioni valutarie, ha già fornito un lucroso pagamento per il governo federale. Come notato sopra, l’FBI ha sequestrato 144.000 Bitcoin durante la chiusura del mercato Silk Road nel 2013, che all’epoca lo ha reso il proprietario del più grande portafoglio Bitcoin (anche se non necessariamente l’entità con la maggior parte dei Bitcoin, in quanto possono essere distribuiti su molti portafogli ). Il governo ha poi messo all’asta i Bitcoin. incassando 48 milioni di dollari. Avrebbe potuto guadagnare molti più soldi se avesse aspettato la vendita, ma lo zio Sam sta ancora cercando di ottenere una parte dell’azione Bitcoin. L’IRS ha dichiarato che le valute digitali sono proprietà tassabili e sta conducendo una battaglia legale per smascherare gli utenti di Bitcoin che non hanno rivelato correttamente le loro plusvalenze e perdite. I rapporti suggeriscono che la stragrande maggioranza delle transazioni Bitcoin passa sotto il radar. Ciò potrebbe significare potenzialmente milioni in più per i federali da prendere come propri.

tag: yifu guo valore netto, fidanzata di roger ver, quanti bitcoin ha roger ver, valore netto di roger ver 2017, valore netto dei gemelli winklevoss forbes, fidanzate dei gemelli winklevoss, valore bitcoin dei gemelli winklevoss, quanti bitcoin possiedono winklevoss